“Nel Mediterraneo si specchia la gente del Sud”

“Mare Nostrum”

Un mare privilegiato da Madre Natura. Contenitore di un immenso patrimonio storico e culturale.
Culla millenaria di antiche e moderne civiltà. Un mare di miti e leggende.
In esso convergono molteplici fattori estremamente favorevoli: la mitezza del clima, il tepore delle sue acque, la splendida bellezza e la generosità delle sue coste.

Ma al giorno d’oggi il Mediterraneo corre un grosso rischio: quello delle trivellazioni petrolifere offshore. 

Il 17 aprile 2016, infatti, si terrà il referendum abrogativo contro le trivellazioni in Italia, promosso da nove consigli regionali e diverse associazioni e movimenti ambientalisti, tra cui il movimento NO TRIV. Il quesito – oggetto del referendum – riguarderà la durata delle trivellazioni offshore già in atto entro le 12 miglia della costa.

Votando SI verrà abrogato l’articolo 6, comma 17 del codice dell’ambiente, dove si prevede che le trivellazioni continuino fino a quando il giacimento lo consente. Gli italiani saranno chiamati a votare non solo per dire no alle trivelle e per difendere l’ambiente, ma anche per pretendere dal Governo un cambiamento di rotta sulla strategia energetica nazionale. Puntando, finalmente, su un’economia basata sulle energie rinnovabili ed sull’efficienza energetica, senza dipendere dalle fonti fossili.  

Greenpeace ha stilato un elenco dei “6 buoni motivi per Votare SI”link NO Trivelle

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle - Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle – Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle - Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle – Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle - Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle – Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle - Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle – Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle - Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle – Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle - Greenpeace

6 buoni motivi per dire NO alle Trivelle – Greenpeace

Il video “Mare Nostrum”, con immagini relative alla “Costa degli Dei” in Calabria, vuole essere un messaggio d’amore e di sensibilizzazione per il nostro mare, continuamente in pericolo a causa della scelleratezza e dell’avidità umana.

L’importanza del referendum del 17 aprile è notevole.

Per evitare l’enorme rischio di arrecare un danno ai nostri mari ed all’ecosistema, al turismo, alla pesca ed alle comunità costiere. Deturpando la bellezza del Mare Nostrum. 

17 aprile

Per la realizzazione del video si ringrazia:

Roberto Sottile, Cesare Carone, Federico Ligato 

L’Italia è una penisola fondata sull’amore per il mare