Mileto-page-001-min

Sabato 7 maggio le Invasioni Digitali hanno fatto tappa a Mileto, antica capitale normanna

#InvadiMileto, evento organizzato dalle Associazioni Cosi Mali  di Tropea e Mnemosyne di Vibo Valentia, si è svolto all’interno del Parco Archeologico Medievale di Mileto Antica, unico parco archeologico medievale della Calabria.

Il sito, che ospita i resti di uno dei centri feudali più importanti della regione, è – da decenni – oggetto di interventi di riqualificazione e valorizzazione. 

Abbandonato dopo il catastrofico terremoto del 1783, il centro di Mileto Antica fu, prima, utilizzato come cava per l’esportazione (e la vendita) di materiale da costruzione, dove molti dei monumenti e delle opere scultoree e decorative più importanti furono oggetto di spoliazione sistematica. Successivamente, nei primi decenni del ’800, si rilevò un interesse antiquario ed archeologico verso le rovine, quando numerosi viaggiatori iniziarono a visitarne i resti, spinti dall’interesse verso quella Capitale Normanna che rivelava alcuni resti della cultura classica; come il sarcofago di Ruggero, varie epigrafi latine, colonne e altri elementi marmorei provenienti dai templi di Hipponion.

Si diffuse la convinzione di un passato magno-greco e romano della città tanto che, nel 1916, anche il grande archeologo Paolo Orsi si accinse ad eseguire alcuni scavi presso le rovine dell’Abbazia con la speranza di rinvenire i resti della città classica. Fu solo dagli anni ’90, anche grazie allo stimolo delle proficue ricerche storiche e d architettoniche del prof. Giuseppe Occhiato, che il sito fu interessato da più moderne indagini archeologiche, dapprima con gli scavi del prof. Peduto dell’Università di Salerno – presso le absidi della SS. Trinità – e successivamente con le numerose campagne di scavo del prof. Cuteri, che interesserano anche l’area del complesso episcopale.

Recenti lavori di riqualificazione hanno permesso di rendere fruibile i due poli su cui si sono svolte le Invasioni Digitali 2016: l’Abbazia della SS. Trinità che ospitava il sarcofago di Ruggiero d’Altavilla e il complesso episcopale comprendente la Cattedrale di San Nicola, il Seminario e il Palazzo Vescovile. 

13178996_1015065248590594_5790734113418392688_n

13094234_1015044398592679_674846707907197920_nIMG_3764-min13102691_1015083718588747_2087798102475702385_n

Invasione Compiuta - #InvadiMileto

Invasione Compiuta – #InvadiMileto

Si ringrazia l’Associazione Culturale Mnemosyne per il preziosissimo contributo offerto, nonché per l’impegno profuso per la riqualificazione e valorizzazione di un sito culturale così importante per la Calabria. 

Ennesimo esempio della grande ricchezza culturale della nostra regione.