cultureaconfronto.com

Un autentico tripudio di ritmi, colori e costumi. Così si può sintetizzare la terza edizione di “Culture a Confronto”, il Festival Mondiale della Cultura Popolare andato in scena il 20 e 21 agosto nella suggestiva cornice della marina dell’Isola di Tropea

Una due giorni all’insegna dell’integrazione, della condivisione e della riscoperta delle radici popolari, attraverso le musiche e le danze tradizionali dei gruppi folkloristici provenienti da diverse parti del mondo. 

Il progetto – ideato da Andrea Addolorato, direttore artistico del festival e presidente dell’associazione “Gruppo Folk Città di Tropea” – ha visto la partecipazione delle istituzioni locali, degli enti ecclesiastici e di alcune associazioni culturali e sociali. 

Oltre ai padroni di casa del Gruppo Folk di Tropea,  ad alternarsi in scena nel corso delle due serate sono stati: il gruppo “Fundacion Raices de Colombia” della città di Santiago de Cali; l’istituto Shilpagya per le danze popolari e strumenti musicali della città di Ahmedabad (India); la formazione artistica e culturale Huayra Muyoj direttamente dall’Argentina; il complesso “Goretz” ispirato alle danze popolari dell’Ossezia del Nord nella federazione russa; il Ballet folklorico del Ateneo fuente universidad autonoma de Coahuila proveniente dal Messico; il Grupo cultural de danzantes de Tijeras” dal Perù”.

Ospiti d’eccezione gli Avorio africano, una formazione composta da migranti originari di Costa d’Avorio e Nigeria e ospiti delle strutture di accoglienza di Briatico (Vv), dando vita ad un’esperienza artistica mirata all’integrazione e alla contaminazione.

“Culture a confronto” ha visto, inoltre, la nascita di una nuova collaborazione con la trentesima “Estate internazionale del folklore e del Parco del Pollino” e con la città di Catanzaro, Capoluogo di Regione, nel ricordo dell’ex sindaco Giuseppe Guerriero che, sul finire degli anni ’80, si impegnò a creare un momento di incontro fra culture diverse valorizzando le tradizioni popolari

Sito web ufficiale dell’evento www.cultureaconfronto.com